Rende: inquinamento area industriale, sequestrati 4 pozzi


E’ stata chiusa una decina di anni fa, la cosiddetta Legnochimica, un’industria di pannelli di legno. Adesso però, anche a causa di odori poco gradevoli che si innalzano su quest’area, la Procura di Cosenza ha effettuato degli accertamenti. E ha scoperto che esiste un serio inquinamento: la falda acquifera risulta gravemente contaminata. In quest’acqua scura ci sono diverse sostanze tossiche e metalli pesanti come ferro, alluminio, manganese, arsenico, cromo, nichel, cobalto e piombo. Tutti residui di lavorazione industriale. Per questo sono stati sequestrati 4 pozzi d’acqua e risultano anche indagati i vertici dell’azienda, che non avrebbero osservato le norme antinquinamento. La Procura ha per fortuna accertato che almeno negli ortaggi coltivati nell’area non ci sarebbero sostanze inquinanti. L’agricoltura è salva. All’azienda è stato intimato di provvedere, entro il 30 novembre, alla bonifica completa del territorio interessato.

Potrebbero interessarti anche...