Rende: 2 arresti e 2 fermi per estorsione ad agenzia pompe funebri

I carabinieri di Rende hanno arrestato due persone e ne hanno fermate altre due per un tentativo di estorsione perpetrato ai danni di un’agenzia di pompe funebri di San Pietro in Guarano. Le investigazioni, partite nei primi giorni di aprile, avrebbero portato all’accertamento di una richiesta di estorsione per 10.000 euro, denunciata proprio dai titolari della ditta vessata. Ma la storia è ingarbugliata: i malviventi, tra cui ce n’è uno che ha anche lui un’impresa di pompe funebri, si sarebbero presentati ai titolari dell’agenzia di San Pietro in Guarano affermando di essere stati contattati da una persona perchè facessero dei danni ad una ditta concorrente. Cosa negata invece dai titolari dell’agenzia. Solo per questo, comunque, il gruppo criminale pretendeva del denaro, visto che, a loro dire, si stavano interessando di danneggiare l’altra ditta di pompe funebri, da poco nata, che in realtà, secondo gli inquirenti, non avrebbe mai subito danni. I militari, dopo la denuncia, si sono comunque appostati e hanno seguito la consegna del denaro. Adesso resta da verificare la versione degli arrestati, che hanno anche lasciato dei proiettili davanti all’agenzia vessata: c’è stato davvero qualcuno che li avrebbe contattati per provocare dei danni ad un’agenzia di pompe funebri concorrente?

Potrebbero interessarti anche...