Reggio Calabria: ‘ndrangheta, sequestrati beni a cosca Bellocco

La polizia, a conclusione di un’attività d’indagine coordinata dalla Dda di Reggio Calabria, ha eseguito provvedimenti di sequestro di beni per un valore di quattro milioni e mezzo di euro, emessi dalla sezione misure di prevenzione del locale Tribunale, nei confronti di 11 presunti appartenenti alla cosca di ‘ndrangheta dei Bellocco, con base nel territorio di Rosarno e ramificazioni nel nord Italia. Il sequestro riguarda beni immobili e mobili e società con sede nelle province di Reggio Calabria, Bergamo e Mantova, insieme a polizze assicurative e conti correnti. L’operazione è stata denominata in codice “Medma”. Al sequestro dei beni si è giunti dopo l’operazione della squadra mobile di Reggio Calabria chiamata “Blue Call”, che aveva portato, nel novembre 2012, all’arresto di 23 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, detenzione di armi da fuoco, riciclaggio, rapine ed intestazione fittizia di beni. Nel corso dell’inchiesta era emerso il radicamento della cosca Bellocco in Emilia Romagna, Lombardia e Svizzera.

Potrebbero interessarti anche...