Reggio Calabria: uccide moglie e suocera a coltellate, arrestato


La città di Reggio Calabria è attonita, per quanto è accaduto ieri. Un uomo di 55 anni, Pasquale Laurendi, ha ucciso, con decine di coltellate, la moglie Antonia Latella, 53 anni, e la suocera Carmela Cicciù, 83 anni. Il fatto è avvenuto alla periferia sud della città, nella casa della famiglia, al culmine di una lite che si è sviluppata nel pieno della notte. Pare che tra i coniugi ci fossero da tempo dei dissapori. Laurendi è stato arrestato dalla polizia poco dopo il fatto, mentre tentava di fuggire. I due figli della coppia, al momento del duplice omicidio, non erano in casa. A chiamare la polizia sono stati alcuni vicini di casa, allarmati dalle grida provenienti dall’abitazione di Laurendi. I corpi delle due donne sono stati trovati nella cucina, in una pozza di sangue. Laurendi le avrebbe colpite più volte con un coltello e anche con un candelabro, violentemente, alla testa. L’uomo, per quanto si è appreso, è andato in escandescenze anche durante l’interrogatorio al quale è stato sottoposto dal pm di turno della Procura della Repubblica. A causa del suo comportamento, l’interrogatorio è stato poi sospeso.

Potrebbero interessarti anche...