Reggio Calabria: imprese, sullo Stretto la pressione fiscale più alta d’Italia (74,9%)

E’ Reggio Calabria la città che detiene il triste primato nella classifica 2015 per “total tax rate”, la pressione fiscale complessiva sulle imprese, giacché il tasso tocca il 74,9%, pari al -1,1% rispetto all’anno precedente, ma più 12,5% sul 2011. Lo rivela il rapporto 2015 dell’Osservatorio della Cna, Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa, presentato a Roma. Secondo le cifre rese note, Bologna si conferma al secondo posto con il 72,9%. In base al dossier della Cna, in terza posizione per “total tax rate” nel 2015 si colloca Napoli (71,9%), al quarto posto Roma, che l’anno scorso deteneva il poco invidiabile primato assoluto e nell’arco di 12 mesi ha ridotto il peso fiscale complessivo del 2,5%, con il 71,7%; a seguire, in quinta posizione Firenze (70,9%). All’opposto, in base alle rilevazioni della Cna vi sono i comuni meno onerosi, ossia Cuneo, dove il total tax rate si ferma al 54,5% (-0,8% sul 2011), Gorizia (55,2%), Sondrio e Belluno (55,3%), e Udine (55,7%).

Potrebbero interessarti anche...