Reggio Calabria: Stillitani si dimette dal Consiglio Regionale

Francescantonio Stillitani si è dimesso da Consigliere Regionale. “Non sono piu’ motivato a fare attivita’ politica”, ha detto Stillitani, che si era già dimesso dall’Udc, partito in cui era stato eletto, e da assessore regionale al lavoro. “In questo momento ricevo come indennita’ di consigliere regionale circa 8.000 euro netti al mese, e godo di tanti altri privilegi pur non svolgendo nessuna attivita’ politica- amministrativa utile per il territorio. Ritengo questo ingiusto, tanto nei confronti dei calabresi su cui grava il mio costo, quanto nei confronti degli elettori che mi hanno votato, perche’ non tutelo e non rappresento piu’ il mio territorio”, ha detto Stillitani. “Non sono piu’ motivato a fare attivita’ politica, mi trovo a disagio in un mondo dove ormai spesso si opera e si fanno scelte dettate da interesse di parte e personale e si privilegia l’appartenenza e la clientela rispetto alle capacita’, un ambiente in cui prevalentemente si vota e si appoggia un uomo politico non perche’ se ne condividono le idee e le attivita’, ma perche’ si spera di ottenere qualche vantaggio e questo a discapito della Calabria e dell’Italia in generale. Non ho mai visto la politica come fonte di reddito e di potere, non mi va piu’ di essere confuso ed accomunato dall’opinione pubblica, a quei miei colleghi, anche nazionali ,che vedono le Regioni e le Istituzioni come mucche da mungere illegalmente, come si rileva, purtroppo, dalla stampa e dalla cronaca giudiziaria”, dice ancora Stillitani. “Non ho mai richiesto un euro di rimborso per tutte le spese legittime che ho sostenuto nello svolgimento delle funzioni di sindaco per otto anni e di attivita’ regionale per dodici di cui sette come assessore; decine e decine di viaggi a Roma, ristoranti, alberghi, taxi etc etc… li ho sempre pagati personalmente, senza chiedere alcun rimborso. Non ho mai usato il telefonino fornitomi dalla Regione e cosi’ via”.

Potrebbero interessarti anche...