Reggio Calabria: sindacati, sit-in per i tagli ai trasporti

Sono sempre sul tetto i lavoratori della Smeco, che da ormai 5 giorni protestano per la mancata erogazione degli stipendi. Adesso hanno anche montato una tenda di fortuna, per ripararsi dal freddo della notte. Gli operai si occupano della gestione del depuratore che serve l’hinterland di Cosenza. Sono saliti sul tetto dello stabile che ospita gli uffici della loro società, che da ottobre scorso non è in grado di pagarli, a causa del mancato versamento delle rette dovute dai comuni consorziati. L’azienda ha già comunicato che procederà con dei licenziamenti. Gli operai sono disperati. Dunque non s’intravvede una via d’uscita: gli operai non intendono scendere. Per loro potrebbe scattare la precettazione da parte della Prefettura, per evitare che il depuratore si blocchi, essendo rimasto senza personale di manutenzione e di controllo.

Potrebbero interessarti anche...