Reggio Calabria: sentenza d’appello del processo Fortugno, 4 ergastoli


Domenico Audino e Salvatore Ritorto sono gli autori; Alessandro e Giuseppe Marcianò sono invece i mandanti dell’omicidio di Francesco Fortugno, il vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria ucciso il 16 ottobre del 2005 davanti al seggio dove si svolgevano le primarie dell’Unione. Così ha sentenziato la Corte d’assise d’appello di Reggio Calabria, che ha confermato le condanne di primo grado all’ergastolo. Vincenzo Cordì, presunto boss di Locri, condannato in primo grado a 12 anni, è stato invece assolto, così come anche Carmelo Desì, condannato in primo grado a 4 anni. Pena ridotta, invece, ad Antonio Desì, da 8 anni a 5 anni e 8 mesi. La sentenza è stata emessa dopo circa 9 ore di camera di consiglio. La Corte d’assise d’appello ha indicato in 90 giorni il termine per la presentazione delle motivazioni della sentenza.

Potrebbero interessarti anche...