Reggio Calabria: “Rimborsopoli 2”, inviati 25 avvisi di conclusione indagini


Inviati venticinque provvedimenti di avviso di conclusione di indagini nell’ambito dell’inchiesta Rimborsopoli, per l’ipotesi di accusa di peculato e falso. Si tratta del troncone più grande di indagati per le presunte spese pazze in consiglio regionale. I politici destinatari del provvedimento sono: Giovanni Nucera, Pasquale Tripodi, Giovanni Franco, Alfonso Dattolo, Gianluca Gallo, Giovanni Bilardi, Carmelo Trapani, Alfonsino Grillo, Ferdinando Aiello, Giuseppe Bova, Nicola Adamo, Giuseppe Giordano, Emilio De Masi, Domenico Talarico, Sandro Principe, Demetrio Battaglia, Pietro Amato, Bruno Censore, Mario Franchino, Mario Maiolo, Carlo Guccione, Antonio Scalzo, Francesco Sulla, Agazio Loiero e Diego Fedele. L’ipotesi della procura di Reggio Calabria è che il denaro destinato ai gruppi politici nella decima legislatura del consiglio regionale della Calabria, dal 2010 al 2012, sarebbe stato utilizzato in realtà per spese estranee all’attività istituzionale, come viaggi all’estero (Londra, New York, Montecarlo), set di valigie, pasti a base di champagne, lap-dance, regali in argento per matrimoni, gioielli, “gratta e vinci”, acquisti al bar dell’aeroporto, libri, dvd, bollette Enel e per cellulari e telefoni privati.

Potrebbero interessarti anche...