Reggio Calabria: Regione, le reazioni alle bocciature della Consulta

La Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità di due leggi regionali calabresi, che riguardano le misure per garantire la legalità e la trasparenza dei finanziamenti erogati dalla Regione Calabria e l’istituzione dell’Agenzia regionale per i beni confiscati. Per la prima legge, la Corte Costituzionale ha rilevato che “il legislatore statale, in particolar modo nel settore degli appalti pubblici, è già intervenuto” nello specifico. Per la legge sull’Agenzia regionale dei beni confiscati, la Consulta ha ritenuto che questa si sovrapponga alla disciplina statale. Su questa seconda legge si è acceso uno scontro tra maggioranza ed opposizione in Consiglio regionale. La maggioranza pensa ad una rimodulazione della legge. La minoranza afferma però che la legge sia del tutto inutile.

Potrebbero interessarti anche...