Reggio Calabria: pregiudicato ucciso in un bar all’alba

Si chiamava Carmelo Morena, 64 anni. E’ stato ucciso in un agguato questa mattina a Reggio Calabria, intorno alle 5,30. Tutto è avvenuto in un attimo, in un bar. A sparare, almeno 4 colpi, sarebbe stata una sola persona, che si è poi allontanata a piedi. La morte di Carmelo Morena sarebbe stata istantanea: due dei colpi sparati dall’assassino lo hanno raggiunto alla testa. Nel momento dell’omicidio nel bar c’erano soltanto la vittima, che era entrata per prendere un caffè, e il titolare del locale, che dopo aver assistito all’omicidio ha avvertito un malore ed è stato portato in ospedale. Tra le ipotesi investigative non si esclude la vendetta maturata negli ambienti criminali. Morena era titolare di un’impresa che effettua lavori di pitturazione ed era sospettato di essere vicino ad ambienti della ‘ndrangheta, in particolare alla cosca Condello-Tegano, che ha il controllo delle attività illecite in una vasta zona di Reggio Calabria. Nel 2005, tra l’altro, era stato coinvolto nell’operazione Vertice, effettuata proprio contro la cosca Tegano. L’uomo però al processo era stato assolto.

Potrebbero interessarti anche...