Reggio Calabria: omicidio Vincenzo Cordì, arrestati moglie, amante e figlio

Vincenzo Cordì era stato trovato carbonizzato nella sua auto a Roccella Jonica nel novembre scorso. Stamattina è stata arrestata la moglie, Susanna Brescia, 42 anni, insieme all’amante, Giuseppe Menniti, 40 anni, e al figlio del primo matrimonio, Francesco Sfara, 21 anni. I tre, noti alle forze dell’ordine, sono ritenuti responsabili, in concorso tra loro, dell’omicidio, avvenuto tra il 12 e il 13 novembre dello scorso anno. Il movente sarebbe da inquadrare nell’ambito familiare. L’auto sarebbe stata data alle fiamme mentre l’uomo era ancora vivo. La donna, con l’inganno, avrebbe portato il marito in località Scialata del comune di San Giovanni di Gerace e, poi, con il concorso degli altri due arrestati, lo avrebbe tramortito, cosparso di benzina e poi dato alle fiamme nella sua auto, una Fiat 16. La donna, per depistare le indagini, ha tentato di far credere agli inquirenti che il compagno si fosse suicidato a causa del periodo di depressione che stava attraversando.

Potrebbero interessarti anche...