Reggio Calabria: omicidio Pelaia, arrestato il presunto killer

I carabinieri hanno arrestato il presunto autore dell’omicidio del trentasettenne Arcangelo Pelaia, freddato con nove colpi di pistola calibro 9 nel pomeriggio del 29 giugno scorso, in pieno centro a Gioia Tauro, proprio davanti al municipio e mentre le strade erano affollate di passanti. Si tratta di Giovanni Polimeni, 38 anni, autotrasportatore di Reggio Calabria. Secondo gli investigatori, l’omicidio sarebbe una vendetta per il duplice delitto dei cugini Leonardo e Saverio Giacobbe, uccisi il primo luglio del 2005 sul lungomare di Gioia Tauro, all’età di 29 e 20 anni. Per quel duplice delitto è stato arrestato Giuseppe Pelaia, 42 anni, fratello di Arcangelo. Anche il giorno del delitto, secondo gli inquirenti, non sarebbe stato scelto a caso. Oltre ad essere l’onomastico del padre di uno dei due cugini, Pelaia è stato assassinato in prossimità dell’ottavo anniversario dell’uccisione dei Giacobbe. Polimeni è stato identificato grazie ad intercettazioni e pedinamenti e incrociando i video di diversi sistemi di ripresa che
hanno immortalato le fasi salienti dell’omicidio e le deposizioni dei familiari della vittima.

Potrebbero interessarti anche...