Reggio Calabria: ‘ndrangheta, sequestro di beni ad imprenditore

La Dia di Reggio Calabria ha sequestrato beni per 800.000 euro ad un imprenditore, Gianluca Favara, 48 anni, al momento detenuto, ritenuto contiguo a cosche di ‘ndrangheta di Rosarno e Reggio Calabria. Il sequestro è stato eseguito in esecuzione di un provvedimento del Tribunale di Reggio Calabria e riguarda alcune società e beni mobili ed immobili. Favara, dopo un primo arresto nel 2011, è detenuto perchè coinvolto nell’operazione “‘Ndrangheta Banking” del 2014, condotta dai carabinieri del Ros di Reggio Calabria insieme ai Centri operativi Dia di Milano e Reggio Calabria. A Favara, in questo caso, sono stati contestati i reati di usura, estorsione, lesioni, violenza privata ed esercizio abusivo dell’attività finanziaria, tutti aggravati dalla modalità mafiosa.

Potrebbero interessarti anche...