Reggio Calabria: ‘ndrangheta, sequestrati beni per 12 milioni di euro

Beni per 12 milioni di euro sono stati sequestrati agli imprenditori Giuseppe e Pasquale Mattiani, di 79 e 51 anni, padre e figlio. L’operazione è stata portata a termine dagli agenti della polizia di Reggio Calabria e di Palmi e dal personale della Dia reggina e di Roma. Ai Mattiani sono stati sequestrati una villa, un fabbricato composto da quattro appartamenti, un immobile commerciale e vari terreni siti a Palmi, oltre ad altri tre immobili in zone lussuose di Roma. Il 12 novembre scorso, a Giuseppe e Pasquale Mattiani furono già sequestrati beni per 150 milioni di euro, tra cui due alberghi a quattro stelle. Dalle indagini svolte dalla Squadra Mobile di Reggio Calabria e dal Commissariato di Palmi era emerso un collegamento di Pasquale e Giuseppe Mattiani con la cosca della ‘ndrangheta dei Gallico. Giuseppe Mattiani, impegnato per lunghi anni in cariche politiche ed amministrative a Palmi, è stato condannato con sentenza definitiva per truffa aggravata nel conseguimento di erogazioni pubbliche. Nel luglio scorso, inoltre, i giudici della Corte d’Assise di Palmi hanno condannato Pasquale Mattiani alla pena di tre anni di reclusione per favoreggiamento della cosca dei Gallico.

Potrebbero interessarti anche...