Reggio Calabria: ‘ndrangheta, Operazione Inganno, arresti eccellenti

Lui è l’ex sindaco di San Luca, Sebastiano Giorgi, 48 anni. Lei invece è Rosy Canale, 41 anni, imprenditrice, attrice e anche attivista del “Movimento delle donne di San Luca”. Entrambi considerati veri simboli della lotta alla ‘ndrangheta. Ma invece, per la DDA di Reggio Calabria, non sarebbe proprio così. L’ex sindaco è finito in carcere, insieme ad un ex assessore e a noti esponenti delle cosche. Che sarebbero stati i veri padroni del suo Comune, avendo avuto la possibilità di accedere agevolmente a tutti i lavori pubblici, realizzando anche la rete del metano nel paesino dell’Aspromonte. L’attrice è ai domiciliari perchè accusata di truffa e peculato: avrebbe utilizzato per sé il denaro ricevuto per fini sociali. Si parla di almeno 100.000 euro, spesi tra mobili, vacanze, abbigliamento e una minicar per sua figlia. Non a caso l’operazione è stata denominata “Inganno”. E le vittime sono i calabresi onesti. Nei giorni scorsi, Rosy Canale aveva anche ricevuto, a Roma, il premio “Paolo Borsellino” e in quell’occasione aveva invitato Papa Francesco a recarsi a San Luca.

Potrebbero interessarti anche...