Reggio Calabria: ‘ndrangheta, operazione di GdF e Carabinieri


Guardia di Finanza e Carabinieri hanno eseguito una vasta operazione contro la ‘ndrangheta. Colpite le cosche operanti nella locride. Più di trenta le persone finite in manette, accusate, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione, usura ed esercizio abusivo del credito, con l’aggravante del metodo mafioso. Interessati i centri di Siderno, Gioiosa Jonica e Marina di Gioiosa Jonica. L’operazione, che ha impegnato oltre 400 militari, tra Carabinieri e Finanzieri, ha portato anche all’esecuzione di numerose perquisizioni e sequestri patrimoniali per più di 15 milioni di euro. L’indagine è partita dalla denuncia di un imprenditore del settore tipografico, ora residente insieme al suo nucleo familiare in una località protetta. Si è scoperto che quando la vittima di usura non poteva far fronte agli interessi mensili con il denaro, veniva costretta, in alcuni casi, ad emettere fatture false a favore di società riconducibili e vicine agli usurai.

Potrebbero interessarti anche...