Reggio Calabria: ‘ndrangheta, operazione contro cosca Iamonte, 10 arresti

Dieci presunti affiliati alla cosca Iamonte di Melito Porto Salvo, condannati nel gennaio scorso dal gup a pene variabili dai 6 ai 10 anni per associazione mafiosa, sono stati arrestati dai carabinieri. I dieci, arrestati nel corso di varie operazioni, erano tornati liberi per decisione del Tribunale del Riesame. Dopo la condanna il pm ha chiesto una nuova ordinanza emessa dal gip. I dieci erano rimasti coinvolti nelle operazioni condotte dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria denominate “Ada”, “Sipario” e “Replica”. Le indagini, secondo l’accusa, hanno consentito di definire l’origine e l’organigramma della cosca Iamonte e di far piena luce sulle attività criminali poste in essere dall’associazione, in particolare per quanto riguarda il traffico di armi e di sostanze stupefacenti e la commistione tra amministratori locali e imprenditori affiliati alla cosca, grazie alla quale gli Iamonte riuscivano a condizionare le gare d’appalto bandite dai comuni del basso ionio reggino.

Potrebbero interessarti anche...