Reggio Calabria: ‘ndrangheta, maxi-operazione antidroga Italia-Francia


La polizia ha eseguito una maxi operazione antidroga tra Francia e Italia, coordinata dalla Dda della Procura della Repubblica di Genova e dal Tribunale di Grande Istanza di Marsiglia. Sono 17 le persone arrestate, ritenute componenti di un’organizzazione transnazionale attiva nel traffico di sostanze stupefacenti. Gli arrestati, di nazionalità francese e italiana, sono ritenuti contigui alle cosche di ‘ndrangheta dei Gallico e dei Molè, da tempo operanti nella provincia di Imperia e in Costa Azzurra. In particolare, nella cittadina francese di Vallauris è stata accertata l’operatività di esponenti della famiglia Magnoli, originari di Rosarno, ritenuti al vertice dell’organizzazione insieme a Carmelo Sgrò, con precedenti per associazione mafiosa, attivo a Sanremo. Nel corso dell’operazione, denominata “Trait d’union”, sono stati sequestrati 90 kg di cocaina (per un valore di 3,5 milioni di euro). Erano su un veliero a Martinica. Le indagini, in corso da circa un anno, hanno consentito di individuare i canali di approvvigionamento di hascish, in Marocco, che, in alcuni casi, veniva spedito in Centro America e utilizzato come merce di scambio per quantitativi di cocaina: nel caso della droga sequestrata sul veliero a Martinica, 400 kg di hashish sono stati barattati con circa 90 kg di cocaina. Tra gli arrestati anche lo skipper francese del veliero “Relamby”, battente bandiera di Gibilterra.

Potrebbero interessarti anche...