Reggio Calabria: ‘ndrangheta, confiscati beni per 20 milioni

La Dia di Reggio Calabria ha confiscato beni per 20 milioni di euro ad un imprenditore, Francesco Gregorio Quattrone, 56 anni, indagato e prosciolto in inchieste sulla cosca Libri della ‘ndrangheta. Il provvedimento ha riguardato il patrimonio aziendale di un ristorante-albergo, una pizzeria, una sala ricevimenti, terreni agricoli per 360.000 metri quadri, 16 fabbricati e 2 conti correnti. Quattrone è stato in passato destinatario della misura di prevenzione della sorveglianza speciale, con obbligo di soggiorno nel comune di Reggio Calabria per due anni. I beni erano stati sequestrati nel maggio del 2012.

Potrebbero interessarti anche...