Reggio Calabria: ‘ndrangheta, confiscati beni a boss detenuto


La Questura di Reggio Calabria ha confiscato beni per tre milioni di euro al boss della ‘ndrangheta Luciano Lo Giudice, fratello del pentito Nino. Per Luciano e Nino Lo Giudice e’ in corso il processo per le intimidazioni compiute nel 2010 ai danni del Procuratore Generale di Reggio, Salvatore Di Landro, e per l’allora Procuratore della Repubblica, Giuseppe Pignatone, oggi Procuratore di Roma. Tra i beni confiscati una villa con piscina ed il patrimonio di otto aziende.

Potrebbero interessarti anche...