Reggio Calabria: ‘ndrangheta, confisca di beni ad un imprenditore

La Direzione Investigativa Antimafia di Reggio Calabria ha confiscato beni per un valore di 11 milioni di euro ad un noto imprenditore edile, Santo Crucitti, 51 anni, ritenuto il boss dell’omonima cosca, già coinvolto in passato in diverse inchieste giudiziarie e condannato in appello a 5 anni e 6 mesi di reclusione per associazione mafiosa. La misura patrimoniale riguarda aziende, immobili e rapporti finanziari per un valore di circa 11 milioni di euro.

Potrebbero interessarti anche...