Reggio Calabria: ‘ndrangheta, boss pentito evade da località protetta

Il boss pentito Saverio “Saro” Mammoliti, capo della cosca della ‘ndrangheta di Oppido Mamertina, si è reso latitante dopo una condanna a 13 anni e 6 mesi per estorsione aggravata dalle modalità mafiose. Si trovava ai domiciliari in una località protetta. Quando i carabinieri di Tivoli, il 29 gennaio, sono andati a prenderlo per eseguire il provvedimento di condanna, non lo hanno trovato. Mammoliti era stato arrestato nel 2012 per aver tentato di impedire alla cooperativa di Libera Terra Valle del Marro di acquisire alcuni terreni confiscati.

Potrebbero interessarti anche...