Reggio Calabria: ‘ndrangheta, arrestato latitante Paolo Alvaro

Era ricercato da sei anni ed è stato arrestato a Melicuccà dai carabinieri del Reparto Operativo del Comando provinciale di Reggio Calabria, che hanno operato insieme a quelli dello Squadrone Cacciatori Calabria e della Compagnia di Palmi. Si tratta di Paolo Alvaro, 50 anni, affiliato all’omonima cosca, che era sfuggito all’arresto in occasione dell’operazione “Virus”. L’uomo era nascosto in un bunker sotterraneo, di circa 15 metri quadrati, realizzato in muratura e legno e ricavato sotto il pavimento di un capannone adibito a rimessa. Al bunker, attiguo alla sua abitazione, si accedeva tramite una botola scorrevole su binari. Paolo Alvaro era ricercato per associazione mafiosa, procurata inosservanza di pena e riciclaggio. Inoltre, insieme al padre Domenico, si sarebbe prodigato per assicurare la latitanza del capocosca Carmine Alvaro, fornendogli supporto logistico. Al momento dell’arresto Alvaro era disarmato, non ha opposto resistenza e si è detto sorpreso per la presenza dei militari in quel luogo, ritenuto davvero molto sicuro. All’interno del bunker sono stati trovati numerosi libri e altro materiale, adesso al vaglio degli inquirenti.

Potrebbero interessarti anche...