Reggio Calabria: ‘ndrangheta, arrestati anche vigili urbani


La pressione delle cosche sul territorio è davvero impressionante, nel reggino. I carabinieri hanno arrestato sei persone, tra le quali il comandante ed un agente della polizia municipale di San Ferdinando. L’operazione, denominata “Tramonto 2”, colpisce la cosca Bellocco. I reati contestati variano dall’estorsione all’intestazione fittizia di beni aggravati dalla metodologia mafiosa. I due vigili avrebbero agevolato la cosca Bellocco nell’intestazione fittizia di un bar. Giuseppe Stucci, il comandante dei vigli urbani di San Ferdinando, e l’agente Giuseppe Spanò, quest’ultimo nipote di Aurora Spanò, moglie del presunto boss Giulio Bellocco, sono accusati di falsità in atto pubblico e favoreggiamento aggravati dalla finalità di agevolare la cosca mafiosa, ed in particolare Domenico Bellocco, che sarebbe il vero proprietario della struttura. Ma che sarebbe intestata ad un prestanome per evitare un eventuale sequestro. Nel corso delle indagini è emersa anche un’estorsione ai danni del titolare di un ristorante, che doveva elargire pranzi e cene senza che i componenti della cosca pagassero mai nulla.

Potrebbero interessarti anche...