Reggio Calabria: Morosini e la battaglia solitaria contro i “padrini”

Che faccia piacere o no ammetterlo, Mons. Giuseppe Fiorini Morosini, Vescovo di Locri, è rimasto solo nella sua originale battaglia contro i “padrini”. E sì: Morosini ha pubblicamente chiesto che la figura del “padrino”, facilmente riconducibile alla storia delle mafie, sia eliminata dalle cerimonie religiose, come il battesimo o la cresima. Perlomeno nella Locride, dice Morosini, dove spesso il “figlioccio” viene poi obbligato ad avere una certa reverenza verso il suo “padrino”. La proposta non ha trovato affatto una buona accoglienza nella popolazione. E neanche la Chiesa l’ha accolta con troppo favore. A Mons. Vittorio Mondello, Arcivescovo di Reggio Calabria e che guida la Conferenza Episcopale calabrese, abbiamo chiesto cosa se ne pensa a Roma.

Potrebbero interessarti anche...