Reggio Calabria: minacce a magistrati, individuato presunto autore


La Guardia di Finanza di Reggio Calabria ha individuato il presunto autore di una serie di telefonate con cui, di recente, sono state rivolte minacce al
procuratore aggiunto di Reggio Calabria Nicola Gratteri e al pm della Dda reggina Giuseppe Lombardo
. Si tratta di un operaio, Francesco Gennaro Triolo, 47 anni, risultato in contatto con soggetti ritenuti contigui a cosche della ‘ndrangheta. Effettuate una serie di perquisizioni per acquisire elementi di prova a carico dell’indagato. L’attività investigativa è diretta dal procuratore della Repubblica di Catanzaro Vincenzo Antonio Lombardo. Le minacce ai due magistrati erano state rivolte in alcune telefonate, effettuate da cabine pubbliche, giunte ai centralini di Reggio Calabria di Guardia di Finanza e Carabinieri. Sui motivi per i quali l’indagato ha rivolto le minacce a Gratteri e Lombardo vige, per il momento, il massimo riserbo. Giuseppe Triolo, il fratello di Francesco Gennaro Triolo, era stato processato con il rito abbreviato e assolto dal gup di Catanzaro dall’accusa di aver rivolto, anche lui, minacce telefoniche al procuratore generale di Reggio Calabria Salvatore Di Landro e al consigliere di Corte d’Appello Francesco Neri.

Potrebbero interessarti anche...