Reggio Calabria: Crimine 3, maxi operazione contro il narcotraffico internazionale

Maxi-operazione contro la ‘ndrangheta ed il narcotraffico internazionale, effettuata tra Italia, Stati Uniti, Spagna ed Olanda. Una quarantina le persone arrestate dai carabinieri, grazie ad indagini dirette dalla Procura Distrettuale di Reggio Calabria che hanno consentito il sequestro di centinaia di chili di cocaina, destinata alle cosche calabresi per essere poi commercializzata in Italia ed all’estero. Le indagini hanno chiarito quali sono i rapporti della ‘ndrangheta con il cartello del golfo messicano ed i cartelli colombiani che controllano i mercati della cocaina. Individuati anche, nei diversi Paesi, quali siano i referenti della ‘ndrangheta. Si è scoperto che le cosche reggine avevano stretto accordi per il controllo dell’area portuale di Gioia Tauro, finalizzati a far arrivare più facilmente la droga in Italia. Delineato anche il quadro degli accordi che la ‘ndrangheta ha stretto con la mafia per il controllo dei traffici di droga internazionali. Gli arresti dei Carabinieri hanno interessato la Calabria, la Sicilia, il Lazio e la Lombardia, ma anche Spagna, Olanda, Colombia, Venezuela e Stati Uniti. Questa operazione, denominata “Crimine 3”, corona una vasta indagine del ROS e del Comando Provinciale di Reggio Calabria contro la ‘ndrangheta ed il narcotraffico internazionale, già concretizzatasi in due interventi nel 2008 e nel 2010.

Potrebbero interessarti anche...