Reggio Calabria: la protesta delle “donne dei boss”


In Calabria la protesta è di casa e si fa l’abitudine a certe scene. Ma ci si meraviglia ancora se a protestare sono mogli e fidanzate di detenuti accusati e condannati per reati di ‘ndrangheta. Le hanno già definite “le donne dei boss”. Davanti alla sede della Procura reggina, sotto la pioggia, hanno inscenato una protesta, urlando di volere giustizia, giustizia vera e non precostituita, con inchieste e processi che hanno definito “preconfezionati”. Queste donne hanno già annunciato che faranno anche un’altra protesta, davanti alla Procura di Palmi.

Potrebbero interessarti anche...