Reggio Calabria: incendiano la scuola e scappano, due arresti

Due diciannovenni sono stati arrestati dalla polizia, a Reggio Calabria, con l’accusa di danneggiamento. Una pattuglia, durante un servizio di controllo, ha visto sprigionarsi delle fiamme dal cortile di una scuola, notando due persone che si allontanavano precipitosamente. Diramato l’allarme, i poliziotti hanno inseguito i due, che hanno tentato di nascondersi in un cortile condominiale. Ma sono stati raggiunti e bloccati. Sottoposti a perquisizione, avevano gli indumenti impregnati di odore di petrolio, caratteristico dell’esca di accensione denominata Diavolina. Nella tasca del giubbotto di uno dei due è stato trovato, inoltre, un involucro di plastica contenente mezzo grammo di marijuana. Nel frattempo sul luogo dell’incendio era intervenuta una squadra dei vigili del fuoco che ha provveduto a spegnere due bidoni per la raccolta differenziata sistemati all’interno del cortile della scuola, oltre il cancello regolarmente chiuso. Lungo la facciata della scuola, 14 tapparelle delle finestre poste al primo piano sono state danneggiate dalle fiamme. Ad incastrare i due giovani ci sono anche le foto che loro stessi hanno scattato con un telefonino durante la bravata.

Potrebbero interessarti anche...