Reggio Calabria: incassava senza prenotare le vacanze, arrestata

La Guardia di Finanza ha arrestato la titolare di un’agenzia di viaggi di Reggio Calabria, Debora De Girolamo, con l’accusa di truffa, clonazione di carte di credito, estorsione e calunnia. Sequestrato anche il patrimonio aziendale dell’agenzia di viaggi, per un valore di circa 200.000 euro. Secondo l’accusa, la titolare dell’agenzia di viaggi si faceva anticipare dai clienti le somme dovute per l’acquisto di pacchetti vacanza o di biglietti aerei e poi non effettuava le prenotazioni e gli acquisti pattuiti, attribuendo la responsabilità ad overbooking effettuati dal tour operator o dalla compagnia aerea contattati. L’arrestata, inoltre, avrebbe clonato le carte di credito usate per i pagamenti al fine di utilizzare i dati carpiti per acquisti di altri pacchetti viaggio e prenotazioni che gli ulteriori clienti dell’agenzia pagavano in contanti. Sono diverse decine i clienti truffati che, in alcuni casi, nonostante le minacce e le ingiurie subite ad opera della titolare dell’agenzia, hanno scelto di presentare denuncia.

Potrebbero interessarti anche...