Reggio Calabria: i ragazzi di Scampia incontrano quelli del reggino


Nel segno del progetto antimafia Gerbera Gialla, i ragazzi di Scampìa, in una staffetta simbolica contro camorra e ‘ndrangheta, hanno incontrato i ragazzi di Rosarno e di Reggio Calabria. Una sorta di gemellaggio tra realtà a forte rischio criminalità. A fare da catalizzatore è stato il maestro e campione di judo Gianni Maddaloni, che è nato proprio a Scampìa e che lavora al recupero dei ragazzi detenuti, sottraendoli con lo sport al richiamo della camorra. Maddaloni ha sottolineato che si sente fortemente impegnato con la Calabria. C’è anche un ragazzo di San Giovanni in Fiore con il quale ha stretto una forte amicizia.

Potrebbero interessarti anche...