Reggio Calabria: giudice Alberto Cisterna, voglio il processo


Ha calamitato l’attenzione dell’intera regione, la conferenza stampa del giudice Alberto Cisterna, che ha chiesto di essere processato per corruzione. I fatti sono complessi: Cisterna, ex procuratore aggiunto della Direzione Nazionale Antimafia, è stato accusato di essere stato corrotto dal boss pentito della ‘ndrangheta Antonino Lo Giudice. Il procedimento a suo carico è stato, alla fine, archiviato. Ma Cisterna, che si è sempre dichiarato estraneo alla vicenda, dice che le motivazioni dell’archiviazione sono “inaccettabili”. E vuole un processo vero. Come un qualunque cittadino. Ne va del mio onore, dice Cisterna. Il magistrato ha dichiarato di essere stato sottoposto a controlli di ogni genere, così come i suoi familiari ed amici. Tutto perchè, probabilmente, dice Cisterna, Lo Giudice temeva di veder revocato il suo programma di protezione. E ad un certo punto lo ha tirato in ballo. Perfino fuori dai tempi previsti dalla legge.

Potrebbero interessarti anche...