Reggio Calabria: false revisioni, arresti, denunce e sequestri

La Guardia di Finanza di Palmi ha sequestrato due centri di revisioni auto, a Cinquefrondi e a Polistena, e 125 carte di circolazione, nell’ambito di un’inchiesta che ha portato all’esecuzione di 10 misure cautelari, di cui sei nei confronti di funzionari della Motorizzazione Civile di Reggio Calabria. L’accusa è di associazione per delinquere finalizzata all’esecuzione di false revisioni di automezzi. I finanzieri, anche attraverso intercettazioni telefoniche e riprese video, hanno accertato come moltissime revisioni di veicoli venivano effettuate in assenza degli stessi automezzi o in maniera incompleta. Alcuni ingegneri in servizio presso la Motorizzazione Civile di Reggio Calabria, che a norma di legge sono incaricati di effettuare i controlli sui veicoli di peso superiore alle 3,5 tonnellate, facevano risultare come regolarmente eseguite le revisioni, mentre di fatto omettevano l’esecuzione dei controlli obbligatori e inserivano nei rapporti finali prove strumentali relative ad altri mezzi, per far risultare idonei quelli che invece non erano in linea con la normativa in vigore.

Potrebbero interessarti anche...