Reggio Calabria: droga ed estorsioni, decine di fermi e arresti

I Carabinieri hanno fermato nel reggino 21 persone. I reati contestati sono di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsioni ed usura. L’operazione e’ stata chiamata “Tutto in Famiglia”. Eseguita anche un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Palmi nei confronti di cinque persone accusate di di coltivazione, detenzione e spaccio di sostanza stupefacente. Colpita la cosca della ‘ndrangheta Maio di Taurianova, attiva nel traffico di droga, nell’usura e nelle estorsioni. L’indagine e’ partita nell’ottobre del 2010 dall’arresto di un pregiudicato di Rizziconi sorpreso con 23 chilogrammi di sostanze stupefacenti. I successivi approfondimenti investigativi, diretti dalla Procura della Repubblica di Palmi e dalla Dda di Reggio Calabria, hanno consentito di accertare la vasta attivita’ illecita svolta dalla cosca Maio, che ha la sua base operativa a San Martino di Taurianova. L’operazione ha portato anche al sequestro di un bar a Taurianova e di beni mobili e conti correnti bancari che erano nella disponibilita’ di alcuni degli indagati.

Potrebbero interessarti anche...