Reggio Calabria: certificati falsi per giustificare evasione, arrestato dentista

Un odontoiatra, Eugenio Leonardo, 51 anni, è stato arrestato e posto ai domiciliari dai carabinieri di Reggio Calabria per procurata evasione, false dichiarazioni all’autorità giudiziaria e falsi certificati. Il medico, dal 2013 al 2014, avrebbe rilasciato oltre 100 certificati con i quali si attestava la presenza nel suo studio di un uomo reggino agli arresti domiciliari. Secondo l’accusa, i certificati erano finalizzati a giustificare l’evasione dai domiciliari dell’arrestato. L’ordinanza nei confronti dell’odontoiatra è la prosecuzione delle indagini che, nel giugno 2014, avevano portato all’arresto per evasione di Mario Surace, sottoposto ai domiciliari ed autorizzato dal Tribunale di Sorveglianza a sottoporsi, all’occorrenza, a specifici trattamenti medici con la consegna ai carabinieri dei certificati che attestavano le cure ricevute. Alla luce dell’eccessiva frequenza delle sedute presso lo studio dentistico, i militari hanno deciso di compiere una serie di verifiche. Il 14 giugno del 2014 i carabinieri hanno accertato che Surace era uscito di casa e, invece di andare dal dentista, si era recato nella rosticceria di proprietà della moglie. Le indagini dei carabinieri hanno portato anche ad una serie di perizie calligrafiche, perquisizioni e testimonianze per chiarire il ruolo svolto dal professionista nei confronti di Surace. Nel corso della perquisizione dello studio medico di Leonardo, i carabinieri non hanno trovato fatture, cartelle cliniche, radiografie o altra documentazione attestante la patologia o la presenza, in qualità di paziente, di Surace. Dalle indagini è anche emerso un tentativo da parte dell’avvocato del dentista di incidere sull’attività della grafologa nominata dalla Procura della Repubblica per compiere verifiche sui certificati medici.

Potrebbero interessarti anche...