Reggio Calabria: Catona, arrestato latitante ricercato per omicidio

Un latitante, Francesco Luppino, 36 anni, è stato arrestato dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria. Luppino era ricercato dal settembre del 2013 per l’omicidio del ristoratore Giuseppe Arimare e il ferimento di Bernardo Princi, avvenuti il 2 settembre del 2013 durante una lite scoppiata per il furto di un vitello a Sant’Eufemia d’Aspromonte. Le indagini che hanno portato alla sua cattura sono durate quasi un anno e mezzo. All’interno dell’abitazione dove Luppino si nascondeva i carabinieri hanno arrestato, con l’accusa di favoreggiamento, cinque persone, tra cui anche due parenti del ricercato. L’attività investigativa, coordinata dalla procura di Palmi, è stata condotta sia con intercettazioni telefoniche e ambientali e pedinamenti elettronici tramite localizzatori, e sia con mezzi d’indagine di tipo tradizionale, come appiattamenti, osservazioni e pedinamenti. Tutto ciò ha portato ad individuare una zona dove i favoreggiatori del latitante si erano recati più volte. Dopo alcuni giorni di attesa è scattato il blitz all’interno dell’abitazione ritenuta il rifugio di Luppino. Alcune delle persone presenti nell’immobile hanno anche tentato di darsi alla fuga, senza però riuscirci. All’interno dell’abitazione utilizzata come nascondiglio sono stati trovati e sequestrati un fucile a canne sovrapposte, 50 cartucce per fucile calibro 12, una pistola semiautomatica calibro 7.65 con matricola abrasa, 25 cartucce calibro 7.65 e una carabina ad aria compressa.

Potrebbero interessarti anche...