Reggio Calabria: bancarotta ed evasione, sequestrati beni per 12 milioni

Beni mobili ed immobili per 12 milioni di euro sono stati sequestrati dai finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, in esecuzione di un decreto emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia reggina. I beni sono riconducibili a cinque persone, indagate per associazione per delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta ed all’evasione fiscale. Tra gli indagati c’è anche Domenico Ficara, 38 anni, fratello di Giovanni, 51 anni, attualmente detenuto, presunto boss della cosca di ‘ndrangheta Ficara-Latella di Reggio Calabria. I sigilli sono stati posti a rapporti finanziari, tre società e 19 immobili. Già lo scorso 21 gennaio la Guardia di Finanza aveva eseguito un analogo provvedimento nei confronti di Candeloro Claudio Ficara, 47 anni, fratello di Giovanni e Domenico, che aveva portato al sequestro per equivalente di cinque società, diversi immobili e rapporti finanziari per un valore complessivo stimato, anche in quel caso, in circa 12 milioni di euro.

Potrebbero interessarti anche...