Reggio Calabria: assenteismo, 4 arresti e decine di denunce


Eccoli, i “furbetti del cartellino” di Oppido Mamertina. Sono tutti dipendenti comunali. Timbravano e poi uscivano, senza nessun permesso o autorizzazione dei dirigenti. Invece di stare in ufficio, a fare quel lavoro per cui sono pagati, si aggiravano per i negozi, facevano la spesa al mercato, erano impegnati in attività di pulizia domestica o si intrattenevano con conoscenti ed amici per le piazze e le strade cittadine. Si assentavano, in particolare, nella giornata del martedì, quando in città si tiene il mercato settimanale. Peccato per loro che, proprio in questa occasione, i carabinieri abbiano notato diversi dipendenti in giro, naturalmente in orario di lavoro. Si sono insospettiti e hanno segnalato il fatto alla procura di Palmi. Poi hanno installato diverse telecamere nascoste. Che hanno incastrato i furbetti. Adesso 4 di loro sono finiti agli arresti domiciliari e 20 hanno l’obbligo di presentazione alla polizia. E rischiano il posto di lavoro. Quel lavoro che non facevano.

Potrebbero interessarti anche...