Reggio Calabria: ‘ndrangheta, arrestati giudice e consigliere regionale

Un vero terremoto per la politica e anche per la giustizia calabrese: arrestati un consigliere regionale e un magistrato, che sarebbero collusi con la ‘ndrangheta. Ma sono in tutto una decina i provvedimenti emessi dalla DDA di Milano, a seguito della prosecuzione di un’inchiesta che riguarda il clan Valle-Lampada. Le accuse sono di corruzione e favoreggiamento nei confronti della ‘ndrangheta e concorso esterno in associazione mafiosa. Il magistrato arrestato è Vincenzo Giglio, 51 anni, presidente della sezione misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria e anche presidente della prima sezione della Corte d’Appello. Il consigliere regionale è invece Franco Morelli, 53 anni, eletto nella lista “Pdl-Berlusconi per Scopelliti”, originario del cosentino e presidente della Commissione consiliare Bilancio, programmazione economica ed attività produttive. Ma sono stati arrestati anche un avvocato originario di Palmi, Vincenzo Minasi, un medico, cugino ed omonimo del giudice Vincenzo Giglio, un maresciallo capo della Guardia di Finanza, Luigi Mongelli, e diversi pregiudicati, appartenenti alle cosche della ‘ndrangheta. Inoltre sono state effettuate perquisizioni nella sede del Consiglio regionale calabrese e presso gli studi di Giancarlo Giusti, giudice in servizio presso il Tribunale di Palmi, e di alcuni avvocati di Palmi e di Vibo Valentia. Per quanto riguarda il magistrato Vincenzo Giglio, questi sarebbe stato corrotto ricevendo dei favori per la carriera della moglie, che è stata dirigente provinciale e poi Commissario Straordinario dell’Azienda Sanitaria di Vibo Valentia. Favori che sarebbero stati agevolati da Franco Morelli, il consigliere regionale al quale vengono contestati il concorso esterno in associazione mafiosa e la rivelazione di atti giudiziari coperti da segreto, che è stato già trasferito nel carcere di Opera, a Milano. Il gip di Palmi, Giancarlo Giusti, sarebbe invece indagato per una presunta corruzione che lo avrebbe visto protagonista di numerosi viaggi, pagati dai boss, in compagnia di belle e giovani escort. Tutta la vicenda deve essere chiarita e potrebbe riservare molte sorprese.

Potrebbero interessarti anche...