Reggio Calabria: apriva falsi libretti postali per risarcimenti, arrestato

Un giovane di 28 anni, ex collaboratore di una concessionaria di automobili, e’ stato arrestato a Reggio Calabria dalla Guardia di Finanza per falso, riciclaggio e trasferimento fraudolento di valori. I finanzieri hanno anche notificato un provvedimento di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, per gli stessi reati, a un cinquantasettenne, funzionario di Poste italiane. L’indagine e’ scaturita dalla denuncia presentata dalla moglie del proprietario dell’autosalone con cui ha collaborato il giovane, che aveva appreso dell’accensione e del movimento di denaro, in alcuni uffici postali, su due libretti nominativi a risparmio. Gli accertamenti hanno permesso di scoprire che il giovane, avendo avuto per motivi di lavoro dei documenti di identita’ della donna, dopo averli scannerizzati e contraffatti, aveva aperto i libretti avvalendosi della complicita’ del funzionario delle poste. Quindi, aveva depositato denaro contante a seguito del cambio di assegni circolari frutto di due risarcimenti per danni riguardanti falsi incidenti stradali, di cui lo stesso giovane si era reso protagonista utilizzando i mezzi intestati alla concessionaria ed a lui concessi in uso. Nel corso di perquisizioni domiciliari, i finanzieri hanno anche trovato ulteriore materiale e numerosi libretti nominativi e buoni fruttiferi per circa 700.000 euro che fanno ipotizzare l’estensione del fenomeno anche ai danni di altre ignare persone.

Potrebbero interessarti anche...