Reggio Calabria: appalti, arrestati sindaco Villa San Giovanni e manager società

Ci sono il sindaco di Villa San Giovanni, Giovanni Siclari, oltre che il presidente e l’amministratore delegato della società di navigazione “Caronte & Tourist SpA”, tra le persone arrestate dai carabinieri di Reggio Calabria nel corso della serata di ieri. Il sindaco stava tenendo alcune riunione in Comune, quando è stato raggiunto dai Carabinieri. Secondo gli investigatori, e grazie anche alle dichiarazioni del collaboratore di giustizia Vincenzo Cristiano, i manager indagati avrebbero promesso utilità agli amministratori comunali che, in cambio, avrebbero loro affidato un’area, di proprietà dell’Anas, sulla quale poi è stata realizzata la nuova biglietteria automatica del gruppo. Ma nell’inchiesta sono finiti anche altri appalti, che riguardano il lungomare, la pulizia del municipio e un’attività di ristorazione, tutti intrecciati con scambi di favori. La figura centrale delle presunte azioni di corruzione sarebbe l’ingegnere Francesco Morabito, a capo del Settore Tecnico Urbanistico del Comune di Villa San Giovanni. L’operazione coinvolge in tutto 11 persone, ritenute responsabili, a vario titolo, di corruzione, turbativa d’asta, falso in atto pubblico, truffa aggravata e peculato e, in un caso, anche concorso esterno in associazione mafiosa. Chiedere e scambiare favori sembrava proprio la normalità, come è stato sottolineato nel corso della conferenza stampa. Oltre agli arrestati, per diversi professionisti e dipendenti del Comune di Villa San Giovanni è stata disposta una misura interdittiva.

Potrebbero interessarti anche...