Reggio Calabria: anziano giornalista arrestato per diffamazione

La polizia di Reggio Calabria ha arrestato, e portato in carcere, l’anziano giornalista Francesco Gangemi, 79 anni, in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Procura Generale della Repubblica di Catania per i reati di falsa testimonianza e diffamazione col mezzo della stampa. La falsa testimonianza riguarda il fatto che il giornalista non ha voluto mai rivelare le sue fonti riguardo alcune dichiarazioni sul Comune di Reggio Calabria, che nel 1992 fu interessato da una storia di tangenti per l’acquisto di alcune fioriere. Ci furono molti arresti nell’amministrazione comunale, di cui Gangemi era anche consigliere. L’arrestato dovrà scontare una pena di due anni di reclusione. Nel provvedimento di arresto si legge che Gangemi “ha omesso di presentare l’istanza per la concessione delle misure alternative alla detenzione nei termini prescritti”. Gangemi è iscritto all’albo dei giornalisti dal 1983 ed è direttore del periodico mensile “Il Dibattito”, con sede a Reggio Calabria. Gangemi è gravemente ammalato ed invalido civile al 100%.

Potrebbero interessarti anche...