Ragusa: ‘ndrangheta, presunto boss ucciso per strada


Un pregiudicato calabrese, Michele Brandimarte, 53 anni, è stato ucciso ieri a Vittoria, nel ragusano. L’uomo, originario di Oppido Mamertina, era ritenuto essere un esponente di spicco dell’omonima famiglia, legata alla cosca di ‘ndrangheta dei Piromalli-Molè di Gioia Tauro. La sua famiglia è stata coinvolta, negli anni scorsi, in una sanguinosa faida con i Priolo, altra famiglia imparentata con i Piromalli. Lo scontro ha provocato cinque morti e un ferito grave. La famiglia ha anche interessi nel traffico internazionale di droga. Per l’omicidio si è costituito, a Gioia Tauro, un giovane, Domenico Italiano, 23 anni. L’omicida ha consegnato la pistola con cui avrebbe sparato. Italiano, che ha solo un precedente per stalking, ha riferito che lui e Brandimarte, che si trovavano assieme sul corso principale di Vittoria, hanno avuto una lite che poi è degenerata.

Potrebbero interessarti anche...