Provincia di Cosenza, 100.000 euro per il diritto allo studio dei ragazzi con disabilità


“Non lasciamo mai da sole le persone in difficoltà, tanto meno i bambini con handicap verso i quali la nostra azione amministrativa è sempre stata sensibile”. Lo afferma il presidente della Provincia di Cosenza Mario Occhiuto, in risposta all’appello del presidente provinciale dell’Unione italiana ciechi, Pino Bilotti che chiedeva di garantire il diritto allo studio ai ragazzi con disabilità che frequentano le scuole della provincia.
Il presidente coglie l’occasione dell’appello per rendere noto che la Provincia di Cosenza, pur non avendo ormai competenze specifiche in materia dal 1 gennaio del 2015, ha deciso comunque di non abbandonare i ragazzi portatori di handicap che frequentano le scuole del territorio, mettendo a disposizione in bilancio una cifra di 100.000 euro. Un impegno di spesa importante, che dimostra l’attenzione sempre alta del presidente dell’ente verso i diritti fondamentali dei cittadini, primi fra tutti quelli che partono da situazioni di svantaggio.
Nonostante le ristrettezze del bilancio, dovute agli effetti della legge Delrio che ha tagliato gran parte delle competenze alle Province, senza però sgravarle di fatto di tali compiti e i tagli pesanti di trasferimenti di risorse, il presidente Occhiuto e i dirigenti hanno voluto comunque onorare un impegno preso nei mesi scorsi, nel corso di un incontro con le famiglie dei ragazzi non vedenti e non udenti, assicurando, almeno per tutto l’anno in corso, le somme che serviranno a garantire loro la possibilità di frequentare le rispettive scuole.
“Per il prossimo futuro – conclude il presidente – speriamo che l’appello di Bilotti possa essere rivolto e recepito dagli altri enti che detengono, ormai da diversi mesi, le competenze specifiche in questa delicata materia e che queste se ne facciano, finalmente, carico”.

Ufficio Comunicazione Presidenza della Provincia di Cosenza

Potrebbero interessarti anche...