Praia a Mare: le bellezze dei fondali dell’Isola di Dino


Il “blu dipinto di blu” non è solo in alto, ma anche in basso. Sotto le onde del mare. Oggi vi mostriamo le bellezze dei nostri fondali, nello specifico quelli del costone nord dell’Isola di Dino, a Praia a Mare. Dove siamo scesi grazie anche al supporto degli esperti istruttori della Dino Sub. Un viaggio dall’altra parte della superficie del mare, per scoprire un mondo meraviglioso fatto di tanta vita. E pertanto da amare e rispettare. Flora e fauna alle quali non siamo abituati, ma che costituiscono la ricchezza del nostro pianeta. La vita è nata qui, nel mare. Ed è il mare che, probabilmente, ci salverà dai catastrofici cambi climatici che il nostro pianeta sta sperimentando, a causa delle azioni dell’uomo. Per questo dobbiamo rispettarlo. Nel nostro breve viaggio, effettuato all’indomani di una mareggiata, non abbiamo purtroppo trovato una ottima visibilità. Ma è sufficiente per godere della scoperta di un polpo, per esempio, che si nasconde nel suo anfratto tra gli scogli. E che dire dei tanti pesci che incontriamo e delle particolari “vaccarelle di mare”, così dette per i loro colori. Ci permettiamo di sfiorarle, nient’altro. Perché la vita va sempre rispettata. Così come vanno rispettate e non asportate le stelle di mare. Un’altra delle forme di vita del nostro meraviglioso mare. Che ci dà anche la possibilità di passare in grotte e cunicoli scavati dalla forza delle onde nel corso di millenni. Una semplice escursione a 18 metri di profondità già vi offre questo spettacolo. Escursioni che vanno effettuate solo, ve lo ricordiamo, in compagnia di esperti. Perché le insidie, comunque, non mancano. Escursioni che potremo fare solo se avremo rispetto per questa ricchezza straordinaria che sono le nostre coste. Da conoscere per amarle.

Potrebbero interessarti anche...