Polistena: il Comune vara “l’assegno di sopravvivenza”


Un “assegno di sopravvivenza”, pari a 50 euro mensili, a favore di giovani senza lavoro dai 18 ai 29 anni, per tre anni consecutivi a partire da luglio: e’ la ricetta del Comune di Polistena per aiutare le famiglie che si trovano in situazioni di semipoverta’. Il provvedimento, una versione in miniatura di quello che potrebbe essere il reddito minimo di cittadinanza, e’ stato adottato con una delibera di Giunta che si collega all’analoga decisione presa dall’amministrazione comunale calabrese per abbattere l’Imu sulla prima casa. I beneficiari saranno giovani disoccupati senza procedimenti pendenti per reati di mafia e liti con il Comune, che vivono all’interno di famiglie in cui tutti i componenti sono disoccupati. Lo stanziamento previsto, sul bilancio comunale, sara’ di 60.000 euro per il 2013 e di 120.000 euro per il 2014 e il 2015.

Potrebbero interessarti anche...