Paterno Calabro: festeggiamenti in onore di San Francesco di Paola


Paterno Calabro era il luogo preferito di San Francesco di Paola. Nel santuario, da lui stesso fondato nel 1444, rimase per molti anni. Da qui partì per la Francia, dove poi morì. Ed è qui, dove ancora c’è l’architrave miracoloso, rotto ma che non cade, che si ripete, da secoli, la festa dedicata al Santo patrono dei calabresi e della gente di mare. Nel corso della cerimonia, la Regione, la Provincia e il Comune di Cosenza, i comuni del Savuto e di Paola hanno donato l’olio per la sacra lampada del santuario e l’Arcivescovo di Cosenza-Bisignano, Mons. Salvatore Nunnari, che ha presieduto la celebrazione eucaristica, ha parlato dell’amore e della “Charitas” di Francesco. Dopo la Santa Messa, il busto ligneo del Santo è stato portato a spalla in processione. In attesa dei festeggiamenti che, nei primi di maggio, si svolgeranno a Paola, come da tradizione, e con l’avvicinamento della celebrazione, l’anno prossimo, dei 600 anni dalla nascita del Santo, la Regione Calabria ha confermato tutto il suo sostegno alle iniziative previste.

Potrebbero interessarti anche...