Parghelia: perquisizione in resort, imprenditore arrestato per pistola


Un imprenditore è stato arrestato e suo padre denunciato nel corso di una perquisizione della squadra mobile di Vibo Valentia nel loro villaggio turistico, a Parghelia, nel vibonese. I due sono entrambi pregiudicati. Si tratta di Domenico Comerci, 39 anni, trovato in possesso di una pistola calibro 38 con matricola abrasa, che era nella sua auto. Il padre, Nicola Francesco Comerci, 67 anni, è stato denunciato per il possesso di 5 cartucce, nascoste nella crepa di un muro. Inoltre gli agenti hanno trovato, chiuse in una cella frigorifera non in funzione, 3 donne dipendenti del villaggio ma prive di contratto. Secondo la polizia, le donne, intente a svolgere mansioni contabili, alla vista degli agenti sarebbero state fatte nascondere da padre e figlio all’interno della cella frigorifera, chiusa dall’esterno, insieme alla documentazione e ad un pc, che stavano utilizzando, per sottrarle al controllo. Nel corso della perquisizione, sono stati trovati 132.400 euro in banconote da 500, 200, 100 e 50 euro. Nicola Francesco Comerci, al riguardo, ha giustificato il possesso della somma in contanti con un contenzioso con Equitalia che lo avrebbe indotto a non depositare in banca il denaro per paura di eventuali sequestri.

Potrebbero interessarti anche...