Paola: continuano le ricerche della statua di San Francesco


Il fondo del mare adesso è desolatamente vuoto. Resta solo il piedistallo di cemento, sul quale sorgeva la poderosa statua di San Francesco di Paola. Le ricerche continuano incessantemente, rallentate solo dal mare che si sta ingrossando. La statua, del peso di varie tonnellate, è scomparsa negli ultimi giorni dell’anno. Adesso gli inquirenti hanno sentito le testimonianze di diverse persone, che potrebbero dare utili indicazioni. Alcune affermano di aver visto un grosso peschereccio di colore blu incrociare nella zona tra il 28 e il 29 dicembre. Una donna invece dice di aver visto un camion con a bordo una statua del Santo, ma bisogna capire se sia proprio quella giusta. Intanto si percorrone le due piste, quella del furto e quella dell’asportazione per errore. A vantaggio della tesi del furto c’è il fatto che sul fondo non sono rimaste tracce visibili di un trascinamento, il che fa supporre che la statua sia stata sollevata. Ma i marinai del luogo pensano invece che si sia trattato di un errore, fatto da un peschereccio che, con la rete a strascico, potrebbe aver strappato la statua dal suo piedistallo. Poi, magari, i marinai hanno capito cosa avevavo fatto e hanno abbandonato la statua al largo, per paura. Ora si attendono indicazioni, anche in forma anonima, per poterla ritrovare. Questo luogo ogni anno era meta di decine di ragazzi non vedenti, che il Gruppo Subacqueo Paolano faceva immergere per far loro toccare la statua. Un’iniziativa umanitaria che adesso rischia di finire nel dimenticatoio.

Potrebbero interessarti anche...